Il Blog del Toraz

"Il mondo è pieno di splendidi colori, non è forse un peccato ridurlo al bianco e nero?"
(Dennis R. Little)
 
Io sostengo 12Dicembre

sabato, gennaio 15, 2005

Risus abundat in ore stultorum
Il riso abbonda sulla bocca di Emi, Pino, Robi, Paolino e Macci

Sono felice.
Ieri sera mercato di fantacalcio. A farla da padrone nell'ilare serata non è stato il solito numero del Secco che ha acquistato un centrocampista e per fargli posto ha tagliato un attaccante, ma due parole che ho pronunciato: "SE AVREBBE".
Ovviamente non sono potuto andare avanti nella frase, dato che era già scattata la ola (guidata dal Secco e seguita a ruota dai Fab Four - ossia i 5 dell'Accademia della Crusca) unita ad un'ovazione di risate che ha cancellato in un solo istante la musica del Fly ed il rumore dei quattro che giocavano a calcio balilla praticamente all'interno delle nostre orecchie.

Giorgio Faletti in 'Vito Catozzo'

Minghia, come diceva Vito Catozzo: "Se io saprei che mio figlio mi diventerebbe un'oricchione....".
Adesso, che non c'é più quel fessacchiotto che fa il balletto di Ridler ogni volta che provo a riaprire la mia boccuccia, espongo il concetto.
Si stava decidendo l'ormai famoso "caso Maldini" e la discussione del momento verteva sul fatto che fosse necessario astrarsi dal risultato della partita tra Soul Cruzeiros e Gay Kulako, per valutare in maniera serena una regola da dare ad una casistica mai verificatasi prima.
Il concetto che volevo esprimere era il seguente: il fatto importante non è quello di capire se il Fantacalcista che schiera un giocatore non suo potrà vincere o meno la partita, ma di penalizzarlo con un "0" al giocarore indipendentemente dal risultato che ci sarà nella partita stessa. Ossia: "Non importa se avrebbe vinto o no il lunedì schierando un giocatore non suo il sabato, importa il fatto che chi schiera un giocatore non suo deve avere una penalità". Il mio errore clamoroso è stato quello di cercare di dirla in questo modo: "Se avrebbe vinto o no il lunedì schierando un giocatore non suo il sabato non importa, importa il fatto che chi schiera un giocatore non suo deve avere una penalità".
Peccato che sul "Se avrebbe" sono stato sommerso dalla gioia (altrui) e non ho più potuto parlare. "Se avesse", "Se avesse", "AHAHAHAHAH", l'orda di barbari che conosce solo il periodo ipotetico (dove il "se" regge effettivamente il congiuntivo) inveiva su di me che cercavo di spiegare.... ma niente. Vaglielo a spiegare che il "se" concessivo e avversativo può introdurre una proposizione col condizionale....
come ad esempio avviene nel testo del libro "Il Porto dei Sogni Incrociati", di Björn Larsson, a pagina 11: "In quei giorni Rosa Moreno veniva presa dalla paura. Al riparo dietro l'angolo di una casa, guardava fisso quell'acqua schiumante, e si chiedeva se avrebbe mai avuto il coraggio di partire. Se avrebbe mai osato vivere.".
Di certo avrei potuto iniziare meglio la frase (tipo: "Non è importante il fatto che avrebbe vinto o meno schierando un giocatore non suo)..... ma non ditemi che lì ci voleva il congiuntivo.
Comunque me lo merito, dato che sono sempre il primo ad esplodere quando qualcuno dice una cagata....
Vi lascio meditare con questo capolavoro di Elio e del grande Mu, sulle note di "Verso l'ignoto" di Marcella e Gianni Bella:
"Ma io vorrei che la mia cacca sarebbe inodore, come quella, corta, di mia mamma, che con le verdurine mi uscisse piano perché, mi presento, perchèèèè, sono il vento, la faccio e poi mi pento, la riannuso, con il naso, la rinnego, é fetente, e cerco di restare un po' più a lungo in apnea....
Ma io vorrei almeno la licenza elementare e azzeccare, tre o quattro congiuntivi, se io potrei lo farei..."


8 Comments:

  • Ma chi sei ...... di la verità sei il Trap camuffato da Toraz !!!!!!

    Ciao ciao

    Paolino !!!!

    By Anonymous Anonimo, at 7:52 AM  

  • Scommetto che venerdì notte non hai dormito!

    Giuse

    By Anonymous Anonimo, at 5:43 PM  

  • La celebre sexystar è l’ospite più attesa della nota kermesse canora

    Loredana Bontempi al “Festival Show”
    La manifestazione, condotta da Paolo Baruzzo affiancato da Barbara Chiappini ed Ela Weber, vedrà anche la partecipazione della regina del porno Eva Henger come ospite fissa. La Bontempi canterà “Esta noche se baila”, scritta dal direttore di Italymedia.it e noto conduttore di Radio Roma Antonello De Pierro


    E’ partito anche quest’anno il “Festival Show”, la prestigiosa kermesse canora itinerante, giunta ormai alla 8^ edizione, che si snoda tra le più belle località del Veneto, del Friuli Venezia Giulia e dell’Emilia Romagna. La manifestazione, che fa capo alle seguitissime Radio Birikina e Radio Bella e Monella del gruppo del noto imprenditore Roberto Zanella, è diventata nel corso degli anni un fondamentale punto di riferimento nel panorama musicale italiano, riversando nelle piazze del nordest peninsulare un fiume di appassionati, a godere delle impeccabili esibizioni di personaggi tra i più popolari del momento. Ancora una volta, come consueto il nastro di partenza è stato tagliato a Castelfranco Veneto, con una serata che ha visto una piazza debordante di oltre trentamila persone, e vedrà srotolarsi il previsto percorso nelle tappe di Comacchio (FE), Jesolo Lido (VE), Pordenone, Zevio (VR), Vicenza, Caorle (VE), Bibione (VE), Abano Terme (PD) tra le più importanti, fino a giungere alla finalissima di Marostica, in provincia di Vicenza, nella notissima Piazza degli Scacchi. Nutrito di volti noti, come al solito, il gruppo degli ospiti, che si alterneranno nei vari appuntamenti e distribuiranno al pubblico bella musica e trascinanti emozioni, intervallati dai 12 giovani in gara, tutti molto bravi, che hanno superato brillantemente le dure selezioni preliminari.. Tra i vip che saliranno sul palco campeggiano i nomi delle due conduttrici, che affiancheranno il conduttore storico del festival e nota voce di Radio Birikina Paolo Baruzzo, la bella ed effervescente Barbara Chiappini, che col suo charme mediterraneo ed il suo talento indiscutibile, saprà certamente riscaldare il già esplosivo pubblico, e la fredda ed inespressiva bellezza nordica di Ela Weber, che dopo essere inclementemente sparita dalla scena televisiva, che aveva frequentato con alcune apparizioni, quasi comparsate, ma comunque di poco conto, tenta un improbabile rilancio proprio dal prestigioso trampolino della corte di patron Zanella. Guest star sarà la conturbante soubrette calabrese Elisabetta Gregoraci, che dopo essersi scrollata di dosso l’eco degli scandali legati alle ultime vicende che hanno scosso il jet-set italiano, si è tuffata a capofitto nel lavoro, strappando proficui contratti a destra e a manca, con encomiabile impegno professionale e artistico, a dimostrare intelligentemente il suo spessore ai frettolosi e cinici inquisitori mediatici italiani, demolendo a colpi di talento la loro sterile vocazione. Ospite fissa in tutte le tappe sarà l’ormai consacrata regina del porno Eva Henger, puledra di razza della scuderia del decano dell’hard e suo ex marito Riccardo Schicchi, che dopo aver raggiunto le vette dell’Olimpo delle pornostar, si è cimentata in qualche breve esperienza televisiva: al festival canterà in coppia col cantante Mal, tentando una nuova esperienza, dopo il consolidato successo costruito nel campo delle luci rosse, tra spettacoli e pellicole mozzafiato, in cui ormai da anni esprime il suo indubbio talento, abilmente sfruttato dal suo esperto pigmalione. Tra gli altri tanti nomi presenti spiccano Al Bano, i Righeira, Giucas Casella, Franco dei Califfi, Marcella e Gianni Bella, Andrea Mingardi, Ana Laura Ribas, Mario Rosini, Paolo Mengoli, Giuliano dei Notturni, i Gemelli Diversi, i PQuadro, Stefano Centomo, i Khorakhané, Louiselle, Drupi, Simone Cristicchi, Gianni Togni, Mariangela, gli Audio 2, Daniele Stefani, Sandro Giacobbe, Marco Carena, Ivana Spagna, i Flaminio Maphia, le 2 Black, Renato dei Profeti, Gian Pieretti, Donatello, Umberto Tozzi, Annalisa Minetti, i Corvi, i Krisma, Paola e Chiara, Silvia Salemi, i New Trolls, Francesco Baccini, Federico Salvatore, Luca Sardella, Massimo Bubola, Amanda Lear, i Milk & Coffee, Bobby Solo, Michele Zarrillo, Stefania Orlando. Ma l’ospite più attesa, dal pubblico e dagli addetti ai lavori, per ovvii e svariati motivi, è la celebre sexystar romana Loredana Bontempi, che da alcune settimane si gode il successo che sta riscuotendo il suo singolo estivo “Esta noche se baila”, che imperversa nelle radio, nei villaggi, nelle discoteche, nelle scuole di danza dell’intera penisola. L’eclettica artista, diplomata al conservatorio romano di “S. Cecilia” e con quasi due lauree all’attivo, con il brano dal ritmo brioso e salsero, scritto dal noto giornalista Antonello De Pierro direttore di Italymedia.it e storica voce di Radio Roma, farà sognare e ballare il pubblico di Jesolo Lido e di Caorle, località in cui si esibirà nell’ambito del Festival Show, accompagnata dalle suggestive immagini che scorreranno alle sue spalle del video musicale realizzato dal bravo regista Dario Domenici, che ha curato insieme ad Antonello De Pierro la produzione artistica del disco stesso. Il video è fruibile on line all’indirizzo ufficiale http://it.youtube.com/italymedia , ma è già praticamente presente su tutto il web.

    By Anonymous Anonimo, at 6:39 PM  

  • La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

    By Anonymous Anonimo, at 8:00 AM  

  • good start

    By Anonymous Anonimo, at 2:37 PM  

  • necessita di verificare:)

    By Anonymous Anonimo, at 6:02 PM  

  • Perche non:)

    By Anonymous Anonimo, at 11:47 PM  

  • leggere l'intero blog, pretty good

    By Anonymous Anonimo, at 7:52 AM  

Posta un commento

<< Home