Il Blog del Toraz

"Il mondo è pieno di splendidi colori, non è forse un peccato ridurlo al bianco e nero?"
(Dennis R. Little)
 
Io sostengo 12Dicembre

mercoledì, marzo 30, 2005

WrestleMania goes Pietra Ligure!


WrestleMania XXI - Pietra Ligure

Lo spettacolo è andato in onda “live” ai Beach Gardens di Pietra Ligure, per i fortuntati che sono riusciti ad ottenere i biglietti, ed in pay-per-view su TeleLiguria International per gli altri milioni di appassionati. L’incontro, che doveva essere la finale del campionato WWE di Tag Team, si è trasformato alla fine in una vera e propria Royal Rumble....
Lo schedule della giornata prevedeva lo scontro per la cintura di campioni tra Toraz-Tajiri e Eddie-Paolino-Guerrero da una parte, e Big Show-Macciolone e Eubigene dall’altra.

Ubi-Eugene

L’incontro è cominciato con attacchi veloci da parte dei due pesi leggeri, snobbati però da Eubigene e Big Show, inizialmente interessati solo ad impressionare le Divas della spiaggia con la loro abbronzatura.

Big Show-Macciolone


Dopo alcuni minuti di studio, Toraz-Tajiri tenta un volo d’angelo su Big Show-Macciolone, che senza fare una piega lo afferra con due mani e lo fa volare ai Beach Griffon.
Ripresosi dal tremendo volo, Toraz-Tajiri lancia il compagno Eddie-Paolino-Guerrero su Eubigene e si butta sopra a sua volta, creando scompiglio tra le Divas e scatenando l’ira del violento Eubigene. A questo punto la battaglia si fa serrata; mentre Big Show si fonde come una mozzarella al sole, Eubigene impazzisce e comincia a rovinare sui corpi dei due malcapitati atleti leggeri con mosse che farebbero impallidire anche TripleH-Giambà.
Nel frattempo proprio TripleH-Giambà entra in scena a bordo ring, accompagnato dalla sua girl. Lui, campione del mondo in carica di singolo, non si spreca ad intervenire, anche se in un paio di occasioni il Dinamic Duo Tajiri-Guerrero tenta di farlo scendere dal piedestallo con alcune spallate.

Big Vito-Pinella


I lottatori cominciano ad essere stanchi della follia e delle percosse di Eubigene, quando arriva il colpo di scena: accompagnati da una musica anni ’20 suonata a palla da un famoso mandoliniere di Brooklyn, Big Vito LoGrasso (Big Beppe) e la sua compagna di Tag Team, MissPaoletta, armata di scarpe nuove, fanno il loro ingresso nell’arena. La folla è tutta per Big Vito, ma lui è restio ad abbandonare la compagna per buttarsi sul ring da solo.
Visto il tentativo di Big Vito di non lottare in segno di superiorità, il Dinamic Duo gli si lancia contro, senza però produrre alcun risultato se non quello di farlo arrabbiare.
Spezzata la cordicella che lo legava alla compagna di Tag, Big Vito sale sul ring ed a colpi di caviglia spaziale sbaraglia tutti gli avversari e vince la cintura di campione del mondo di coppia. Spinto dalla gioia del momento ed esaltato dalla vittoria, Big Vito annuncia le sue nozze con la compagna di Tag per l’anno prossimo, con l’obiettivo di diventare la prima coppia sposata campione di Tag Team in WrestleMania XXII che si terrà a Pietra Ligure il giorno di Pasquetta dell’anno prossimo.

mercoledì, marzo 23, 2005

A casa!!!!



lunedì, marzo 21, 2005

Ligury Stone's Little Easter

Come ogni anno lunedì di Pasquetta a Pietra.
Tutti invitati!!!!!

Coppa Italia: la contro-invasione


L'esercito dei Babbuguillas

Chi la fa, l'aspetti!
Nelle semifinali di ritorno di Coppa Italia andava in scena la partita fra i Cugini di Campagna ed i Babbuguillas. I primati, forti del vantaggio per 2-0 dell'andata, dovevano andare a Candiolo solamente per una scampagnata..... ma così non è stato! Il presidente dei Babbuguillas, coach Beppe, ha radunato la feccia della tifoseria per dimostrare ai Cugini di Campagna di che pasta erano fatti i veri teppisti. L'invasione dei Babbuguillas è stata devastante: bruciate alcune case di None, si sono diretti a Debuscè, dove hanno fatto incetta di cibo e bevande alcooliche; si sono quindi spostati a Vinovo ed hanno liberato i cavalli dell'ippodromo che hanno devastato con la loro corsa tutti i campi di Candiolo. Durante la gara hanno distruto gli spalti ed i calessi dei Candiolesi, parcheggiati fuori dallo stadio. La partita è terminata 2-1 per i Cugini, ma la vittoria striminzita non è stata sufficiente per il passaggio del turno. Per brindare alla finale raggiunta, i Babbuguillas si sono fermati a cena a Carignano, dove hanno devastato una pizzeria.

Molto più tranquilla è stata invece la seconda semifinale, anch'essa compromessa dal risultato dell'andata. I Gay Kulako si sono nuovamente imposti per 2-0 sui Soul Cruzeiros, che abbandonano così ogni velleità di grande slam.
Ancora una volta Coach Sol tenterà di portare a casa la Coppa Italia. Vista la culazza e l'amicizia con tutto l'apparato arbitrale di coach Sol, sembra che per i Babbuguillas ci sarà poco da fare.....

lunedì, marzo 14, 2005

Il (gol) Fantasma dell'Opera



Lo spettacolo è ormai un successo nazionale e viene replicato da circa cento anni. La compagnia itinerante delle zebre va in scena una serttimana a Torino ed una settimana in giro per l’Italia, per allietare gli appassionati sparsi in tutta la nazione. La caratteristica principale che ammalia il pubblico è la varietà dello spettacolo, che ogni domenica propone avvenimenti diversi e divertenti, ma che garantisce comunque allo spettatore un lieto fine. Forse è questo il movente, forse è questo il segreto che tiene inchiodati alle sedie milioni di spettatori ogni domenica da decine di anni: la sicurezza di riuscire, sempre e comunque, ad andare a dormire la domenica con 3 punti in più di quella precedente, la tranquillità di vincere sempre.
Ieri sera gli artisti andavano in scena a Verona, dopo lo strepitoso successo raccolto la scorsa settimana a Roma. Avevano poco tempo per preparare lo spettacolo.... il pubblico era scettico, credeva che avrebbero ripresentato lo spettacolo della settimana passata, per lo più in tono minore vista l’assenza di Racalbuto, Ivaldi e Pisacreta, partiti con la loro nuova Multipla fiammante per una vacanza.

Forse non è etrata.....

Invece ancora una volta c’è stato il colpo di scena: la compagnia itinerante delle zebre ha ingaggiato per la serata un nuovo artista, figlio d’arte di un noto artista di Bari, ormai in pensione.

Paparesta

La prova è stata superlativa, ha stupito anche i più appassionati, ha convinto anche gli scettici: ad un padre che se ne stava andando a casa, triste per aver appena subito un gol che avrebbe sconfitto la sua squadra, l’innocenza del figlio del figlio ha fatto cambiare idea: Papà, resta.

Ed ancora una volta, quel padre è andato a dormire felice........

Campioni d'Europa!


Robi e Monica campioni d'Europa

Pronostici rispettati nelle finali di coppa. I Soul Cruzeiros, la squadra con il più alto tasso di classe del campionato, hanno rifilato un bel 2-0 ai Country Cousins ed hanno portato a casa la prima edizione di Champion's League (ed il pinguo montepremi). I divoratutto dei Los CuLobos, la squadra più solida della stagione, hanno invece vinto la Coppa Intertoto, ridimensionando gli Stikkiolicious con un secco 3-0.
I presidenti delle due squadre, per celebrare le vittorie, hanno invitato amici e parenti ad uno splendido party finanziato con parte dei proventi delle enormi vincite elargite dalla lega fantacalcio per le vittorie di coppa.
Il presidente dei Country Cousins ha annegato i suoi dispiaceri nel limoncello, come è uso fare, e si è sfogato sodomizzando l'altro sconfitto, il presidente degli Sticchiolecconi, per altro compiacente.

lunedì, marzo 07, 2005

21a Giornata: Big Mac Time!


Big Mac Maccarone

Cosa desidera per primo signor Torazzo? Un Big Mac, grazie!
Eccolo, servito. Il primo gol in serie A di Big Mac Maccarone me lo sono cuzzato io! Che culo!!! Desidera qualcosa di dolce? Una Cassanata, grazie.
Et voilà, tre pappine calde calde per la seconda sconfitta consecutiva degli Antigobbi. Sarà ancora a causa del trauma subito la scorsa settimana dopo l’invasione barbarica..... ma sta di fatto che gli Antigobbi, miglior attacco del campionato, non la mettono più, nemmeno per sbaglio.
I Soul sono tornati a dare spettacolo ed attendono Sheva per il rush finale dell’ultimo girone. A 7 giornate dalla fine è ancora tutto da definire, soprattutto in chiave Champion’s, dove si trovano 5 squadre in 8 punti.
Cade la capolista dei Los CuLobos, a cui gli impietosi Babbuguillas rifilano 4 rane che li rilanciano all’inseguimento della UEFA.
I Country Cousins vincono ancora, seppur di misura, grazie ad un contestato rigore di PierPiero, infliggendo così una pesante sconfitta ai Gay Kulako in chiave scudetto. Per premiare l’autore del gol della vittoria, il sindaco di Candiolo ha regalato a PierPiero un’allevamento di piccioni confiscato ad un contadino di Carignano. Da questa mattina PierPiero si potrà dilettare con altri uccelli.
I Maccioloni, appena sentito alla radio il gol di Big Mac, hanno confuso l’annuncio del gol con un’offerta di radio Mc Donald’s e si sono proiettati al fast food lasciando il campo di gioco in vantaggio per 1-0. Nonostante fossero spariti gli avversari, gli Stikkioliciuos sono riusciti solamente ad agguantare il pareggio con un contestato rigore nel finale di gara.

martedì, marzo 01, 2005

20a Giornata: I Cugini di Campagna


Un Candiolese

Questa settimana andava in scena una delle partite più sentite della stagione: Antigobbi - Candiolese. Erano due settimane ormai che il sindaco di Candiolo, il Commendator Osella, si stava organizzando con i contadini della zona per realizzare una carovana di calessi trainati dai cavalli di Vinovo, per andare in città a vedere i campioni d'Italia. Arrivati davanti ai cancelli del glorioso stadio Filadelfia, i Candiolesi, armati di forconi e zappe, sono riusciti a divellere le inferiate e ad entrare allo stadio senza biglietti.

L'altro Candiolese

Visto il comportamento di questi tifosi, alcuni giocatori degli Antigobbi si sono impauriti, altri, come Capitan Riganò ed Harry Potter Morfeo, si sono addirittura rifiutati di giocare. Poco importa a questo punto il risultato del campo, che ha visto ovviamente prevalere i Cugini di Campagna; il fatto importante è la tremenda barbarie compiuta dai Candiolesi in città. Ora si apriranno le inchiste della magistratura ordinaria (quella sportiva se ne è disinteressata, dato che è comandata dagli emissari dei Gay Kulako) per fare luce sui fatti.