Il Blog del Toraz

"Il mondo è pieno di splendidi colori, non è forse un peccato ridurlo al bianco e nero?"
(Dennis R. Little)
 
Io sostengo 12Dicembre

venerdì, aprile 28, 2006

Coming very soon!

Il Volpone è arrivato... a brevissimo i Never Red su Hattrick!

sabato, aprile 22, 2006

Coming Soon

Le Volpi del Kentucky su Hattrick!

giovedì, aprile 13, 2006

Londra - 14 anni dopo!

Il Galletto degli Spurs
Parte del gruppo musicale che si specchiava nei vetri della metropolitana di Londra nell'ormai lontano 1992 si è riunita nella capitale per un velocissimo revival sabato scorso.
Erano presenti solamente il cantante, il chitarrista e il bassista. Tastierista e percussionista erano rimasti a casa.
Il viaggio è stato davvero intenso (anche perché durato poco più di 24 ore); lo spirito è rimasto lo stesso di un tempo, ci siamo forse un po' imborghesiti (siamo passati dall'ostello di Earl's Court con bagno nel corridoio e preservativi spiaccicati sul muro allo Shaftsboury di Piccadilly Circus con televisore sul cesso....), ma la deficienza di base è rimasta!

Siamo stati a vedere un nuovo sport: si chiama Calcio Inglese. E' tipo quello italiano, ma senza i falli tattici, senza le simulazioni, con le ali (come quando ero piccolo), con i tiri da fuori (come quelli che mi raccontava il mio papà); le squadre di almeno 20 metri più lunghe e i tifosi ospiti a fianco di quelli avversari, ad un passo (davvero!) dal campo.

E' stata un'esperienza sicuramente particolare: tanti hanno detto che abbiamo fatto una figata, tanti hanno pensato che siamo stati dei deficienti.

Noi sappiamo di essere stati bene come un tempo e questo ci basta. L'anno prossimo si bissa con le consorti ed i pupi, sperando di poter conivolgere anche il tastierista, il percussionista e chiunque altro voglia aggiungersi al gruppo.

Ecco le foto del viaggio-lampo.

Al White Hart Lane Al White Hart Lane Al White Hart Lane

martedì, aprile 11, 2006

Trionfo!

La mortazza al photo-finish
Hanno cambiato la legge per farci perdere ma abbiamo vinto lo stesso!
Governeremo il Paese con 340 seggi!

Ma dove inizia la faccia e dove finisce il c..o?
Ore 03.00. Alla televisione il sacerdote Prodi cerca di far credere ai creduloni che il suo risultato sia stato un successo, dietro di lui un mucchietto di ossa ed un piacione in spolverino cantano "La canzone popolare" di Fossati stappando spumante. Tutti felici nella piazza, un trinfo: 340 seggi contro 277!
Poi uno guarda le percentuali e si accorge che il risultato delle votazioni alla Camera è stato 49,8% a 49,73% per il centro-sinistra e che il risultato dei seggi è frutto del premio di maggioranza di 55 seggi.
Poi uno guarda le percentuali del Senato e si accorge che il risultato è di 50,2% a 48,9% per il centro-destra, che però i premi regionali dei seggi (derivati dalla nuova legge elettorale voluta dal centro-destra) danno solo 155 seggi al centro-destra e ben 154 al centro-sinistra, e che saranno quindi gli Italiani all'estero, guidati da una stampa che da anni dall'esterno denigra l'Italia e Berlusconi (spesso anche a ragione), che decideranno il destino della nazione. Come si suol dire, chi è causa del suo mal pianga se stesso.
Tanto di cappello (o, come direbbe Pinuzzo, tanto di c......a) a chi ha effettivamente e legittimamente vinto le elezioni, seppur di poco, ma per piacere smettiamola di cercare di prendere sempre in giro gli Italiani.

Le elezioni di ieri hanno dimostrato una sola cosa: abbiamo una classe politica che definire mediocre sarebbe un grandissimo complimento.
Berlusconi non si è meritato una nuova fiducia dagli Italiani a causa di scelte davvero discutibili durante tutta la legislazione e, a mio avviso, a causa di una serie molto più grave di promesse mancate.
Prodi e i suoi sono riusciti in soli due mesi a dilapidare un vantaggio abissale a causa di una campagna elettorale vacua e qualunquista. Nemmeno l'Inter ci sarebbe riuscito!

Adesso che l'Ulivo è riuscito a gran fatica a scacciare il mostro dovrà confrontarsi sui grandi temi con gli alleati, tra i quali i nostalgici del comunismo e gli spaccavetrine.
Ci sarà da ridere..... o forse da piangere..... sperando che non ci tassino anche le lacrime.

giovedì, aprile 06, 2006

Per non dimenticare

Milano, 11 marzo, vergogna!

mercoledì, aprile 05, 2006

Let's go Citizens!

Sabato mattina partenza ore 5.00.
Destinazione: Londra, White Hart Lane.
Incontro: Tottenham - Manchester City, ossia la squadra di Emi e Pino contro la mia!
Domenica ritorno ore 12.15.

Sono triste di assentarmi per un giorno dalle mie due gioie, ma il pensiero di vedere in diretta la faccia basita del Perozzi mentre gli Spurs sucano in casa dai Citizens e perdono l'accesso in Champion's League mi elettrizza! :-)

Ecco una veduta dai nostri posti:

I nostri posti al White Hart Lane